Le acque termali sono note da sempre per i loro effetti curativi su numerose patologie, ma soprattutto per la loro capacità di offrire un momento di intenso benessere sia per il corpo che per la mente. Il suono rilassante dell’acqua e il vapore che sfuma nell’aria contribuiscono a ricreare un’atmosfera sospesa nel tempo, distante e protetta rispetto ai ritmi incalzanti della vita quotidiana, per prendersi cura di se stessi e riconnettersi con la propria sfera interiore. Il contatto con la natura è il complemento perfetto di questa esperienza, consentendo di allontanarsi davvero dagli scenari quotidiani, per immergersi in un’esperienza totalmente rigenerante.

Per questo motivo le terme all’aperto sono la scelta perfetta per rilassarsi e ricaricarsi di energie. Ai benefici delle acque termali si somma infatti la bellezza del contesto naturale, talvolta spettacolare, con la sua intrinseca capacità di produrre effetti piacevoli e calmanti. L’Italia offre certamente numerosi scenari da sogno, dove le terme sono immerse in paesaggi meravigliosi, per appagare davvero tutti i sensi. Dalle terme in montagna a quelle al lago, tra stabilimenti a cinque stelle e terme naturali completamente libere, ecco dunque i migliori suggerimenti per sperimentare le terme all’aperto.

Terme all’aperto circondate dalle montagne

Le cime innevate delle montagne sono la cornice ideale per una vasca termale. Perfette in estate, per scappare dal caldo soffocante rifugiandosi sui monti per un momento di relax, le terme all’aperto in montagna offrono il meglio di sé nei mesi invernali, quando è possibile immergersi in acque bollenti circondati dalla neve e dalle volute del vapore.

Bagni Vecchi di Bormio

Le nostre preferite sono sicuramente i Bagni Vecchi di Bormiotra le più famose e suggestive d’Italia, dove è possibile sperimentare la sensazione di essere ad un passo dal cielo su una vista mozzafiato delle Alpi.

Terme di Pré-Saint-Didier

Alimentate da fonti conosciute già in epoca romana per le loro acque curative e ricche di ferro, lo storico centro termale di Pré-Saint-Didier alla prima metà dell’Ottocento e ancora oggi mantiene intatto tutto il suo fascino. La struttura comprende tre meravigliose vasche esterne, circondate dal verde in estate e da romantici cumuli di neve in inverno.

Aquaria Thermal SPA

Lo spettacolare centro termale di Sirmione, immerso in un grande parco, è coronato da una piscina a sfioro sul lago di Garda, alimentata dalla celebre acqua termale di Sirmione, sulfureo salso-bromoiodica, nota in tutta Europa per le sue indubbie qualità curative. La vasca esterna è un incantevole idillio di sfumature di azzurro, in continuo rimando con il lago aperto davanti agli occhi dei bagnanti, coccolati da tutti i comfort di una struttura di alto livello. Il benessere che sprigiona da questa visione è pervasivo e l’atmosfera diventa davvero magica quando il sole tramonta sul lago.

Le terme all’aperto in Toscana

La Toscana è per eccellenza la terra in cui la natura e la mano dell’uomo si fondono in una perfetta armonia, creando un equilibrio irripetibile e una visione di assoluta bellezza. I paesaggi della Maremma e della val d’Orcia invitano alla contemplazione e alla tranquillità interiore. Per questo motivo questi e gli altri paesaggi della Toscana sono lo sfondo perfetto per le terme all’aperto, come quelle, splendide, che seguono:

Terme di Saturnia

Immerse nell’incantevole scenario naturale offerto dalla Maremma Grossetana, una terra ricolma di storia e bellezza, si trovano le terme all’aperto più famose d’Italia, quelle di Saturnia. Siamo nel comune di Manciano, a pochi chilometri da Saturnia, all’interno di una zona incredibilmente ricca di fonti termali. Il punto più suggestivo sono le cascate del Mulino, nei pressi appunto di un vecchio mulino che fa da sfondo a un complesso di piscine calcaree terrazzate e cascatelle naturali unico al mondo, con acqua sulfurea che sgorga a circa 37°C. Le cascate del Mulino sono aperte e libere, quindi possono essere visitate e fruite anche di notte, per un’immersione sotto alle stelle circondati dalla quiete notturna.