La natura, se conosciuta, ci trasmette una grande forza vitale. Al suo contatto serenità e benessere diventano così dei compagni di viaggio, capaci di contagiare chiunque.

Mai come nel periodo autunnale la natura diventa grandiosa nel suo spettacolo di colori. È il tempo del foliage, termine inglese che indica la variazione autunnale del colore delle foglie degli alberi che dal verde passa al

giallo e alle diverse gradazioni di arancione, rosso, viola e marrone. L’autunno si tinge di meraviglia nel nostro territorio, dando vita ad una spettacolo d’autunno su vallate, vigneti e boschi pronti ad accogliere i

visitatori più curiosi. Tante sono le mete dove poter ammirare Madre Natura che apre le danze dell’autunno; noi ne menzioneremo 5 davvero gettonatissime, ma soprattutto imperdibili:

1-IL BOSCO DEL SORRISO ALL’OASI ZEGNA

Il Bosco del Sorriso a Bielmonte è un fantastico parco naturale situato nello stupendo scenario delle Alpi Biellesi. Il cuore dell’Oasi Zegna è un luogo magico, dove si trovano sentieri e cammini esperienziali tra abeti, faggi e betulle, avvolti da odori e suoni della natura incontaminata dell’Alta Val Sessera. Nel periodo del foliage il  parco si tinge di mille colori per dar vita ad imperdibili passeggiate, adatte a tutti, anche per i più piccini. Soprattutto il Bosco del Sorriso è dedicato a loro, con percorsi accompagnati da aree di sosta, allestite con sedute in pietra e grandi libri in legno di cedro profumato, sui quali si possono leggere le Favole del Bosco inspirate alla filosofia steineriana e ai tre alberi più diffusi in quei luoghi.

IL SENTIERO DELLA BRUGHIERA

Nella vasta area naturale dell’Oasi Zegna, estesa per circa 100 km2 sulle Alpi biellesi, tanti sono i percorsi per tutti i tipi di appassionati. Da Ottobre a Novembre l’atmosfera cambia, e quale occasione migliore per assaporare la natura che si prepara ad accogliere la stagione invernale, se non con un tuffo nell’attività della Forest Therapy. In novembre i sentieri si adattano al cambio del Foliage, concentrando il suo spettacolo naturale a 800 mt. di quota, nelle vicinanze di Trivero Valdilana (sede del Lanificio Zegna), tra i secolari boschi di castagni della Brughiera.

Un luogo che ti aiuterà a ritrovare armonia e benessere interiore, grazie a questa immersione nella natura in maniera profonda. Ottenere benessere della mente e consapevolezza, ridurre lo stress, ansia e senso di isolamento, aumentare l’autostima e la connessione sociale, migliorare l’ossigenazione e il sistema immunitario.

2-TERRE BALLERINE

Vale la pena menzionare il territorio dei 5 laghi di Ivrea, in particolare quello che circonda il Lago Sirio e il Lago Pistono, dove possiamo assistere a fenomeni naturali e testimonianze storiche incredibili. Durante l’autunno, in corrispondenza del Foliage, non può mancare una passeggiata lungo le sponde dei laghi, che si circondano di un’atmosfera teatrale e suggestiva. Con lo sfondo del Castello di Montaldo, si ripercorre il tragitto che va da Montaldo Dora fino ad arrivare ai boschi che ospitano il famoso fenomeno delle Terre ballerine. Camminando lungo i sentieri della Via Francigena, sembra di immergersi in un territorio perso nel tempo. La quiete del laghi che riflettono i fitti boschi creano un paesaggio di assoluta pace.

 

 

3- LE COLLINE DELLE LANGHE

Come non citare la bellezza delle Langhe che, durante il periodo autunnale, si tinge dei colori della stagione creando uno spettacolo romantico grazie alle cornici di colline e vigneti lungo le strade del Barolo. Contornano i paesaggi da favola borghi storici come la Morra, Neive, Barolo, Dogliani tanti altri ancora.

Sono tanti gli itinerari che si possono ammirare nelle lussureggianti colline delle Langhe piemontesi, che fanno da sfondo a una delle esperienze sensoriali più apprezzate da chi è alla ricerca di un itinerario che sappia creare un grandioso mix di eno-gastronomia, storia, arte e paesaggi magici.

4-PARCO NAZIONALE DEL GRAN PARADISO

Il bellissimo Parco Nazionale Gran Paradiso che si estende tra il Piemonte e la Valle d’Aosta durante l’autunno è un vero spettacolo! I boschi di larici si infiammano delle sfumature di giallo, rosso, arancione e marrone e le praterie alpine si imbiondiscono creando, nelle giornate di cielo azzurro, una tavolozza incredibile di colori. Per le camminate nel foliage nel Parco del Gran Paradiso ci sono tanti sentieri che potete percorrere da soli o in compagnia delle guide del Parco per godervi la magia delle giornate autunnali. In territorio piemontese c’è ad esempio il sentiero del vallone del Roc, sopra Noasca, dove è possibile ammirare i colori accesi dell’autunno in uno degli ultimi boschi di faggi rimasti in questa zona.

5-PARCO DEL VALENTINO

Per gli amanti della città non poteva mancare il nostro suggestivo Parco del Valentino, sulle sponde del fiume Po. Durante l’autunno il parco diventa una tavolozza di colori che si riflettono sullo specchio d’acqua, attraversando ponti storici dove padroneggiano grandi statue, archi e misteri legati alla città. A piedi, in bici o su un monopattino, percorrere le sponde del fiume lungo le passeggiate tinte d’autunno crea un richiamo d’altri tempi, invocando storie lontane di cavalieri e dame di corte. Una piacevole tappa è il Borgo Medievale, il castello del Valentino e il Giardino Roccioso. Vi farete accompagnare dai suoi piccoli abitanti, gli scoiattoli del parco, che saranno lì ad aspettarvi per una piacevole pausa cittadina…. a base di noccioline!